Die Neuapostolische Kirche Schweiz

"Se l'avessi saputo …"

Un uomo trovò sulla spiaggia un sacchetto con sassolini lucenti. Annoiato, cominciò a gettarli al mare, uno dopo l'altro. Quando stava per gettare l'ultima pietruzza, per caso passò un conoscente. Alla domanda di quest'ultimo, se sapesse di quali pietre si trattava, lui rispose di no. Quale fu il suo spavento, quando venne a sapere che si era trattato di preziosi diamanti. Esclamò: "Se l'avessi saputo …!".
Se l'avessi saputo! – è la tipica esclamazione che fa capire che qualcosa è stato trascurato, non riconosciuto giustamente o valutato in modo errato.

Un marito diede a sua moglie il bacio della buonanotte e spense la luce. Improvvisamente notò un silenzio angosciante. "Tesoro, stai bene?“ domandò. Nessuna risposta! Domandò un'altra volta– nessuna risposta. In fretta accese la luce e che cosa costatò? Nel volgere di pochi secondi sua moglie era deceduta. Ovunque ne parlava in seguito, diceva sempre: "Quanto ero contento che non avessimo litigato, che non ci fossimo rivolte parole sgarbate. Chissà quanti rimproveri mi farei adesso, se fosse stato diversamente!".

Per noi questo significa: non portare nulla di negativo nella notte seguente! Metti prima tutto in ordine. Perché non si sa mai. La Bibbia dice: "… il sole non tramonti sopra la vostra ira" (Efesini 4, 26).

In tale contesto un detto induce a una seria riflessione: "La mattina rivolgimi una buona parola prima di andartene. Tante cose possono succedere in una giornata; chissà se ci rivedremo? Rivolgimi una parola amorevole per la buonanotte; chissà se il mattino presto ci si risveglierà ancora? … ". Perciò ognuno ne tragga l'insegnamento – così termina la massima: l'ultima parola sia sempre una parola d'amore.
Queste riflessioni non abbiano a incutere il timore di poter perdere all'improvviso la persona più cara, ma piuttosto abbiano a darci lo stimolo per riconoscere in modo consapevole che cosa ci è stato regalato e per porre la gratitudine e la gioia al di sopra di tutto ciò che apparentemente possa dividere. Così rimaniamo preservati da un amaro "Se l'avessi saputo …".