Die Neuapostolische Kirche Schweiz

Home

Servizio divino a conclusione della riunione degli apostoli di distretto a Zurigo-Albisrieden
13.03.2016 / Zürich-Albisrieden
„Preghiamo, lavoriamo e combattiamo per crescere nella conoscenza del nostro Signore Gesù Cristo.“ Con queste parole, durante il servizio divino a Zurigo-Albisrieden domenica 13 marzo 2016, il sommoapostolo Jean-Luc Schneider ha riassunto la riunione degli apostoli di distretto conclusasi il giorno prima. Il servizio divino è stato trasmesso in tutta l'area di attività dell'apostolo di distretto.

Il sommoapostolo ha basato la sua predica sulla parola biblica da Matteo 22, 14: „Poiché molti sono i chiamati, ma pochi gli eletti.“ L’elezione è una decisione divina che non si spiega e non è comprensibile per l’intelletto umano. Dio non ha scelto il popolo d’Israele perchè era il migliore o il più grande, oppure per giustizia, ma per amore e grazia. Dio si aspettava dal popolo che professasse la fede e santificasse il Sabbat, come ringraziamento conducesse la vita secondo la legge e nel servire Dio.

Il sommoapostolo continua dicendo che come nell'Antico Testamento è anche nel Nuovo Testamento. Anche oggi l’elezione è sovranità divina. Egli si aspetta anche oggi un rapporto particolare degli eletti con lui. Anche oggi egli promette loro la vita eterna e la comunione con lui. Egli dividerà il suo Regno con loro. Come allora Dio si aspettava dal popolo d’Israele di santificare il Sabbat, anche oggi Dio si aspetta dai cristiani la stessa cosa. Riconoscere la fede significa visitare i servizi divini. Purtroppo si nota in Europa una diminuzione dei valori cristiani e la cultura cristiana è in pericolo. „Che cosa ne sarà della nostra società?“ domanda il sommoapostolo. Poi aggiunge: „Non possiamo aspettarci dalla società che valuti l’insegnamento di Gesù più in alto che i cristiani il loro Signore e Maestro“. Non ci meravigliamo se i cristiani perdono di credibilità, se non sanno dedicare una o due ore alla settimana al Signore” dice il sommoapostolo. Egli continua dicendo che bisogna accettare l’elezione. Sta nella volontà di Dio chi è accettato al giorno del Signore. Nessuno può guadagnare la salvezza, se non attraverso la grazia e il dono di Dio.

Il sommoapostolo ha esortato i visitatori del servizio divino a orientare la loro vita secondo Cristo. Il suo stretto rapporto con Dio e il suo desiderio di dare tutto per Lui, possa essere un esempio per i fedeli. Egli non si è immaginato diversamente la sue esistenza sulla terra. Ciò è confermato dall'avvenimento sul monte della trasfigurazione, dove la voce dal cielo dice: „Questo è il mio diletto Figlio, nel quale mi sono compiaciuto “ (Matteo 3, 17).

Altri contributi

Ha servito pure l’apostolo di distretto E. Minio, Argentina e la sua predica è stata tradotta frase per frase dallo spagnolo al tedesco. L’aiutante d’apostolo di distretto J. Misselo, Angola, ha anche servito ed è stato tradotto dal francese al tedesco. L’apostolo di distretto W. Klinger, Germania ha rivolto pure alcune parole alla comunità; egli ha vissuto la sua ultima riunione d’apostoli di distretto prima della sua messa a riposo.