Die Neuapostolische Kirche Schweiz

News Chiesa regionale Svizzera

Festa Open-Air per i "100 anni CNA Bülach" nell’anfiteatro
26.08.2017 / Bülach
Le feste sono un tema importante nella Sacra Scrittura, in particolare anche per la comunità di Bülach per il suo centenario "100 anni CNA Bülach".

Per il secondo giubileo, la comunità di Bülach ha scelto un particolare luogo di festa e ha invitato tutti i ex fratelli e sorelle di Bülach nell’anfiteatro idilliaco di Hüntwangen, il quale è attorniato da vigneti e campi.  La gioia è stata grande quando sabato mattina 220 persone si presentano per il servizio divino nell’anfiteatro, assaporando il tempo estivo e un leggero filo d’aria.

Il servizio divino di festa è stato introdotto da una fanfara composta da 7 fiati dell’orchestra sinfonica giovanile CNA Svizzera. Quale base per il servizio divino, il vescovo Fässler ha letto una parola biblica da Apocalisse 2, 25 "… Soltanto, quello che avete, tenetelo fermamente finché io venga." All’inizio egli dice:"Oggi vogliamo fare qualche cosa con amore per il nostro Dio, lodarlo e ringraziarlo, dato che la comunità di Bülach non ha dovuto patire lungo questi 100 anni di storia." Egli ci ha incoraggiato a fare del bene. Attenendosi all’esempio di un bagno salutare, dice: ‚Amate la vostra anima così e prendete sempre un bagno nella comunione e nei servizi divini." Il suo messaggio di giubileo per la comunità dice semplicemente di attenersi al grande tesoro che è Gesù Cristo e a non lasciare spazio al dubbio che relativizza il Vangelo. Egli invita la comunità a restare fortemente nella fede e nell’amore.  

Nell’anfiteatro si percepisce un’atmosfera meravigliosa; non solo la comunità gode un servizio divino imponente, anche gli escursionisti che passano si fermano un attimo. Dopo il servizio divino, le mani dei collaboratori si mettono al lavoro. In poco tempo i luoghi di distribuzione sono pronti e il banchetto a base di pasta può cominciare. Sotto il tendone da fiera è subito pieno di voci, un’atmosfera di gioia è nell’aria e molti ricordi e storie sono scambiate. La rappresentazione con diapositive lascia rivivere visualmente il passato. E quasi senz’accorgersene, il sole cala dietro la cava di ghiaia rinaturalizzata. Più tardi, il ricco e squisito buffet di dolci è messo sul tavolo, lasciando ognuno privo di ulteriori desideri.

Il motto della giornata di festa “Curare la comunione e sentire la coesione reciproca” ha prestato tutto il suo effetto. Un grazie particolare va al comitato d’organizzazione e ai molti aiutanti che hanno permesso una manifestazione di giubileo indimenticabile e meravigliosa con il loro entusiasmo e impegno.