Die Neuapostolische Kirche Schweiz

News Chiesa regionale Svizzera

Annunciare buone novelle. Cambiamenti nel distretto Romandia
27.10.2019 / Genève
Domenica 27 ottobre 2019, l'apostolo di distretto Jürg Zbinden, accompagnato dall'apostolo Thomas Deubel e dal vescovo responsabile per la Romandia, ha visitato la comunità di Ginevra. Le comunità di Thonon, Annecy, Versoix, Nyon e Rolle erano pure invitate.

All'inizio del servizio divino, l'apostolo di distretto porta i saluti del sommoapostolo; egli aggiunge che siamo gioiosi di essere presenti e che il nostro Padre celeste ci serva.

Il testo biblico di base per il servizio divino si trova in Isaia 52, 7: «Quanto sono belli, sui monti, i piedi del messaggero di buone notizie, che annuncia la pace, che è araldo di notizie liete, che annuncia la salvezza, che dice a Sion: «Il tuo Dio regna!»

Il profeta Isaia annuncia buone novelle al popolo d'Israele in cattività, demoralizzato e senza prospettive; la situazione cambierà, si tratta di credere a questa novella per ritrovare la gioia.

Gesù Cristo, nostro redentore, come pure gli apostoli d'allora e di oggi, ci annunciano la buona novella. Annunciamo anche noi la buona novella del Vangelo a coloro che vogliono ascoltarla:

  • Dio ama tutti e vuole salvarci;
  • Gesù è il figlio di Dio, è venuto sulla terra e ha vinto il male;
  • Gesù è morto per noi, il suo sacrificio è valido in eterno; egli ritornerà presto; 
  • i mezzi di salvezza sono a disposizione di tutti coloro che lo desiderano.

La grazia è più forte del male. Perdonare il prossimo significa non più parlare del male che ci ha fatto, anche se non lo si può dimenticare.

I piedi menzionati nel testo biblico simbolizzano il fatto di andare incontro al prossimo. Interessiamoci del prossimo e non aspettiamo che esso o essa si rivolga a noi. L'apostolo di distretto ci esorta ad accompagnare coloro che si trovano nelle difficoltà portando loro delle forze, conforto e consolazione, come l'ha fatto Gesù nel caso dei discepoli di Emmaus. Dio ci dà la sua pace, vogliamo accettarla e trasmetterla al nostro prossimo: «Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio» (Matteo 5, 9).

Noi proclamiamo la salvezza che perviene dal Signore, il quale ci aiuta anche se non siamo perfetti: « In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati» (Atti 4, 12). Che Dio possa regnare nei nostri cuori. Lasciamo:

  • decidere Dio,
  • agire in noi gli impulsi dello Spirito Santo,
  • dominare in noi l'amore di Dio, anche nella prospettiva del servizio divino per i defunti di domenica prossima.

L'apostolo di distretto ci esorta a non tenere per noi le buone novelle.

Dopo il servizio divino, sono stati compiuti i seguenti atti:

  • messa a riposo di un evangelista di distretto e di un diacono;
  • nomina di un sostituto del conducente del distretto Romandia;
I responsabili delle comunità di Ginevra, Annecy, Thonon e Nyon sono stati sgravati dalle responsabilità di conducente di comunità; essi restano attivi nel loro ministero fino alla loro messa a riposo e aiuteranno i nuovi conducenti di comunità.